Quando la comunicazione si fa criptica. Dare una definizione corretta

Orwell
George Orwell

Lo sappiamo molto bene che il linguaggio è ambiguo. E sappiamo anche che le persone che contano e che comandano, spesso, usano con abilità parole ingannevoli per confondere le masse.

A questo proposito, ci piace citare dal famoso romanzo di Orwell “1984” i titoli dei dicasteri che in quel mondo futuro si occupano esattamente del contrario di ciò con cui vengono definiti.

→ Mistero della pace: il ministro è responsabile del continuo stato di guerra
→ Ministero dell’abbondanza: il ministro è responsabile del razionamento
→ Ministero della verità: il ministro è responsabile della propaganda
→ Ministero dell’amore: il ministro è responsabile della repressione e della tortura dei dissidenti.

Ma è così difficile parlare e scrivere in modo chiaro? Anche un grande pensatore come Bruno de Finetti, filosofo e matematico delle probabilità, si irritava sentendo parlare in modo astruso e poco comprensibile. A questo proposito sosteneva: “Chiarire una cosa fino a mostrare che è ovvia può forse sembrare azione dissacrante per chi ama la pompa e la retorica o l’arcano, ma appare invece ai miei occhi come il definitivo raggiungimento di una conclusione nella sua forma ottima. Così e soltanto così si ha una vera definizione, non chiacchieroide, metafisicheggiante o astrazionesca, bensì operativa, behaviorista, pragmatista, basata non su pretenziose parole ma su scelte concettualmente (ed effettivamente) sperimentabili.”  Ma de Finetti era uno scienziato, e nemmeno molto considerato nel nostro Paese.

Ricordate queste tre parole per evitare di cadere nell’errore: chiacchieroide, metafisicheggiante e astrazionesca. Non trovate che si adatterebbero benissimo a quasi tutti i discorsi dei nostri politici e di qualche leader aziendale?

E, quindi, se dovete dare una definizione cercate sempre di essere operativi, behavioristi e pragmatici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...