Intervista al prof. Cocco. 4. Marcatori somatici, cervello enterico. Come raggiungere lo “stato di grazia professionale”

stato-di-graziaE’ possibile valorizzare le proprie emozioni facendole diventare positive e costruttive?

Continua a leggere

Annunci

Intervista al prof. Cocco. 1. Tenere conto delle emozioni. Cos’è il “pilota automatico mentale”?

pilota-automatico
La famosa scena del pilota automatico tratta dal film L’aereo più pazzo del mondo

Abbiamo intervistato il prof. Gian Carlo Cocco – docente di “Sociologia dei processi organizzativi e del lavoro. Intelligenze Manageriali” presso la facoltà di Economia all’università telematica e-Campus – su alcuni argomenti che ci stanno a cuore: il benessere dei collaboratori in azienda, il rapporto tra lavoro e vita privata, il ricorso all’umorismo per affrontare i problemi aziendali, la valorizzazione delle emozioni nell’ambito del lavoro. Le risposte sono approfondite e articolate. Verranno pubblicate in giorni diversi per lasciare ai Lettori il tempo di metabolizzarle. Grazie ancora al prof. Cocco per le sue risposte, davvero interessanti e stimolanti.

Continua a leggere

Meritocrazia. E se cominciassimo proprio dall’alto?

meritocraziaMolti parlano del fatto che sia fondamentale introdurre nelle aziende criteri legati al merito per selezionare o valutare l’attività dei collaboratori. Giusto! Qualcuno l’ha già fatto. Altri ci provano con alterni risultati. Però, anche per sgombrare il campo da dubbi o perplessità su come procedere, la strada giusta è cominciare a capire se le aziende sono meritocratiche proprio dal vertice.

Continua a leggere

Ha senso parlare di azienda democratica?

pericle
Pericle

Come abbiamo visto nel precedente articolo-intervista con il prof. Marco Musella, l’azienda democratica sembra un’idea davvero difficile da realizzare, forse perché la stessa definizione di democrazia è vaga e ambigua. Uno dei punti chiave, è questo: anche ammesso che agli stakeholder sia possibile accedere e partecipare con eguali diritti alle decisioni aziendali, i contrasti continueranno ad essere insanabili se il riferimento principale resta semplicemente il profitto.

Continua a leggere