La corruzione annienta innovazione e meritocrazia in azienda

corruzioneSegnaliamo un brano tratto dal libro di Ugo Rossi “Territori: l’autogoverno locale che fa bene al Paese”. Pensiamo che sia nostro compito espungere, laddove li troviamo, argomenti che facciano luce, senza troppi giri di parole sui problemi del nostro Paese, che, gira e rigira, sono risaputi: scarsa trasparenza, eccessiva burocrazia, basso livello etico, sistema giudiziario poco efficiente.

Il brano che proponiamo chiarisce i termini del rapporto tra corruzione, innovazione e meritocrazia nelle imprese. Vale la pena leggerlo.

La corruzione rischia di uccidere l’impresa anche dal punto di vista dell’innovazione. Sono molte le imprese che bilanciano una scarsa competenza tecnica e manageriale con un eccesso di capacità relazionale e di meccanismi corruttivi. Ogni volta che si riscontra una simmetria tra successi di mercato di una impresa e sua capacità di innovazione e qualità della gestione siamo di fronte a una azienda che magari cresce proprio grazie alla corruzione: ciò significa che quest’ultima diventa una alternativa all’innovazione e alla ricerca.

La corruzione, sembra assurdo, regala una rendita di posizione a chi corrompe, anche perché normalmente chi corrompe vuole essere in posizione di monopolio nei confronti del corrotto. Il Paese ovviamente ne risente: si cancellano in un colpo solo i principi chiave dell’economia: la competenza, la qualità della creatività, il rispetto delle regole. Combattere la corruzione significa costringere anche le aziende corrotte a stare sul mercato ad armi pari con quelle sane.

Inoltre, la corruzione alimenta indirettamente una selezione negativa della classe dirigente del Paese che premia i peggiori e mortifica i migliori: la meritocrazia scompare e con essa la possibilità di riscossa. Si crea un circuito perverso capace di autoalimentarsi, che vede consistenti gruppi di persone che sperano con la corruzione di prendere al volo l’ascensore sociale. In alcune parti del nostro Paese, i giovani sono ormai convinti che la capacità e l’impegno senza raccomandazione – che è corruzione anche quella – non bastino per trovare un lavoro…

Questo è il costo sociale di non contrastare la corruzione.

barzelletta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...