Algoritmi: aiutano ma ci rendono più conformisti?

eli-pariser
Eli Pariser, co-fondatore del sito Upworthy

E’ sempre più vivo, negli ultimi tempi, il dibattito sul ruolo degli algoritmi nella selezione e nella organizzazione, secondo criteri di importanza, delle informazioni alle quali è possibile accedere on line.

Sappiamo tutti che Facebook, Twitter, Google, Instagram, ecc. ricorrono agli algoritmi che danno maggiore o minore visibilità ai contenuti in rete che cerchiamo in base alla loro “popolarità” e alle nostre preferenze personali, raccolte dai siti visitati attraverso nostre precedenti ricerche.

Sono sistemi che ci aiutano nella maggioranza dei casi perché ci evitano di essere sommersi da un’infinità di notizie che non ci interessano, però rimane il dubbio circa la trasparenza dei meccanismi di queste selezioni e il fatto, più importante è che le operazioni di cernita e strutturazione delle informazioni vengano fatte sulla nostra testa, senza che ne siamo consapevoli.

Qual è il pericolo di questo meccanismo?

il-filtro
Il Filtro. Quello che Internet ci nasconde, edito da Il Saggiatore

Che si finisca per entrare, senza volerlo, in una specie di gabbia informativa, nella quale troviamo opinioni sempre molto simili alla nostra, e quindi ci venga impedito di confrontarci con altre “campane”, il che limiterebbe a lungo andare la nostra crescita personale e professionale. Per approfondire questo tema, suggeriamo di leggere il libro di Eli Pariser “Il Filtro. Quello che Internet ci nasconde”.

Di questo problema si sono già accorti molti operatori che hanno cercato di sostituire agli algoritmi interventi dell’uomo (expert human curation) che garantiscano una maggiore dinamicità e complessità delle informazioni alle quali è possibile accedere.

Senza naturalmente tralasciare il problema dei big data, risorse preziose che non possono essere gestite con criteri che non siano trasparenti, visto che sono strategici per migliorare le nostre ricerche e i servizi in ogni campo ad essi connessi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...