Ci sono aspetti positivi nella struttura gerarchica?

Con il termine “gerarchia” si intende una struttura organizzativa in cui il potere viene distribuito secondo diversi gradi, dal più alto al più basso, e viene regolata secondo il principio della subordinazione del grado inferiore rispetto a quello superiore.

Oggi, le gerarchie sono spesso viste come ostacoli all’innovazione e a una gestione più dinamica delle aziende, tanto che si tende a eliminarle, in certi casi, o ridurle al minimo. E’ un’idea che ha fatto proseliti anche perché intuitivamente positiva e in linea con i principi del rispetto e dell’autonomia dei lavoratori e a favore della loro diretta partecipazione.

Spezzare una lancia per il ritorno alle strutture gerarchiche di un tempo, quindi, potrebbe apparire a prima vista un atteggiamento “politicamente scorretto”. In realtà, sembra che un crescente numero di ricerche, svolte negli Stati Uniti, dimostri che un adeguato uso della gerarchia risulti, in determinate situazioni, molto utile per migliorare la qualità dell’apporto dei collaboratori anche a livello innovativo.

D’altra parte, è capitato di vedere che l’attività di aziende che insistono ad applicare una organizzazione piatta in certi casi ha creato problemi gestionali, confusione di ruoli, inefficienze, soprattutto nel momento in cui ci si è ostinati a privilegiare a tutti i costi una certa idea di uguaglianza che alla fine impedisce ai membri del team più abili ed esperti di risolvere i conflitti o i problemi, svolgendo ruoli di guida o di leadership indispensabili in certe fasi di apprendimento o innovazione.

Chi porta avanti queste idee controcorrente, naturalmente, oltre agli studi più recenti, ha dalla sua le evidenze che gli arrivano dalla natura e in particolare dagli animali e dagli insetti (formiche) che hanno strutture gerarchiche importanti per il funzionamento del gruppo. Inoltre, è facile dimostrare che le gerarchie – differenti a seconda del potere o dello status dei singoli membri – si trovano in ogni gruppo umano, dai bambini che giocano in un parco agli amministratori in sala consiglio e possono essere designate formalmente o emergere in modo naturale, in quanto gli esseri umani hanno la tendenza a pensare ed agire in modo gerarchico.

Tutto vero. I problemi che restano in discussione relativamente alla applicazione della gerarchia nelle aziende, però, sono due:

  1. Capire se la catena di comando in un gruppo favorisca sempre e comunque il coordinamento dell’azione intrapresa, la sua efficacia, risolvendo gli eventuali disaccordi, migliorandone la probabilità di sopravvivenza e sia adatta in situazioni di forte innovazione
  2. Definire quale sia la giusta gerarchia da applicare alle strutture organizzative delle aziende senza che rischi di diventare burocrazia.

E su questi aspetti che occorre riflettere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...