Il leader e l’arte di guidare un team

Si può pensare che gli individui siano naturalmente propensi a lavorare insieme ma la realtà nonostante i buoni propositi dei singoli non è così semplice.

La collaborazione è il frutto di una sinergia di elementi diversi, primi tra tutti, la pazienza, necessaria per non stancarsi di sperimentare e imparare da una diversità e varietà di contributi, il coraggio, la generosità e una certa dose di tolleranza, per mantenere disponibile in modo costante il proprio impegno in vista della sua necessaria integrazione con quello offerto dagli altri, al fine di raggiungere un obiettivo comune. In sintesi, le cosiddette soft skills.

Non tutti i collaboratori però hanno queste caratteristiche. E la ricerca di svilupparle entro efficaci sistemi di lavoro in team può costituire un compito problematico, stressante e talora persino innaturale. Senza una leadership adeguata, le forze interne tipiche di ogni gruppo tenderanno, se non proprio a condizionare negativamente il lavoro comune, quanto meno a disperderlo, nonostante la buona volontà e l’entusiasmo di tutti gli elementi che lo compongono.

La varie forme di disimpegno e le loro cause

Il fenomeno della social loafing, chiamiamola pigrizia sociale, insorge abbastanza frequentemente in certi gruppi di lavoro, anche se non sempre è visibile in modo palese. Uno dei primi a studiarlo è stato Max Ringelmann, attraverso il famoso esperimento del tiro alla fune.

Il primo aspetto che favorisce un minore impegno nello sforzo collettivo è la mancanza di motivazione che spinge alcuni membri del gruppo a non impegnarsi più del dovuto anche perché il loro contributo viene considerato non identificabile.

E’ l’effetto “free riding”: non partecipo allo sforzo collettivo perché usufruirò egualmente del prodotto finale pur facendo uno sforzo minimo. Cioè, prevale in me un atteggiamento di inibizione sociale, favorito dal fatto che comunque nessuno sarà in grado di smascherare questo comportamento (impunità).

A questo si aggiunga la perdita o la mancanza di coordinazione tra i componenti del gruppo, cioè la carenza di informazioni adeguate che impediscono, oltre a una visione comune dell’obiettivo da raggiungere, un apporto efficace, armonico e razionale di tutte le forze in gioco.

Altro aspetto è la convinzione di alcuni membri del gruppo di avere poca o nessuna responsabilità in merito all’esito finale del lavoro al quale si richiede di contribuire: se la persona sa che il suo apporto non sarà considerato da chi è deputato a farlo, se non in minima parte, scatta il cosiddetto “effetto spettatore”.

Un esempio classico: di fronte a un incidente, quando ci sono diverse persone coinvolte nella scena, mi sento meno autorizzato ad essere il primo a intervenire in aiuto della vittima. Non solo, se vedo che gli altri non intervengono mi convinco che il mio comportamento è giusto e continuo ad astenermi. Di qui, l’indifferenza della nostra società, spesso stigmatizzata come diffusa deresponsabilizzazione, che nella sua versione più estrema, viene definita anche “deindividuazione”.

E’ l’aspetto più negativo del disimpegno sociale, in quanto tale atteggiamento calato in un gruppo con scarsi principi etici può favorire comportamenti devianti che i singoli membri se fossero da soli non avrebbero mai. In altri termini siamo di fronte a un “contagio sociale negativo” che conduce a una perdita della responsabilità personale, a un indebolimento del senso di colpa, della vergogna e della paura, ben descritto dagli studi di Festinger, Pepitone e Newcombe, 1952.

Continua a leggere l’articolo su Leadership & Management

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...