La paura come la speranza: passioni negative per Spinoza

Spinoza

La paura nasce quando temiamo qualcosa che potrebbe verificarsi e creare tristezza, dolore, sofferenza. Ma, naturalmente, non siamo certi che ciò si verificherà realmente. Lo stesso sentimento, ma opposto, è quello della speranza. Quando, cioè, l’uomo si augura che accada qualcosa che potrebbe procurargli gioia, felicità, anche se non ha nessuna certezza che ciò si possa avverare. Spinoza considera la speranza una gioia incostante.

Gli uomini che sono in balia di queste passioni sono decisamente più fragili, trascinati da una parte e dall’altra, come nelle onde del mare, tra speranze e timori. E i leader che guidano religioni organizzate e talvolta anche quelli politici approfittano di questa loro debolezza per usare tali sentimenti e per manipolare la loro vita e, addirittura, sottometterli come schiavi. In questo senso, la schiavitù è l’incapacità umana a dominare la passioni.

Spinoza, come sappiamo, ha esaminato le passioni dell’uomo, soffermandosi su quelle che lui definisce primarie, la gioia e la tristezza e ha cercato di smascherarle per cercare di rendere l’uomo libero. Ma come si fa a controllare le emozioni e le passioni? Si può farlo, secondo lui, solo attraverso la conoscenza, cercando di capire che non si può dirigere e governare ciò che è esterno, che sta al di fuori della nostra portata. In questa visione, è libero chi realizza ciò che crede davvero importante nella vita, che non soggiace alle passioni, come l’odio, l’invidia, la gelosia che mal lo dispongono nei confronti degli altri. Chi non si pone il problema della morte.

Superare le passioni: la pace della mente

Quanto più si conosce la natura, e soprattutto se stessi come esseri umani, tanto più si è in grado di superare gli ostacoli alla felicità e al benessere che una persona deve necessariamente affrontare. Il risultato di tale saggezza è la pace della mente: si è meno soggetti agli estremi emotivi che di solito accompagnano i guadagni e le perdite che la vita inevitabilmente porta, e non ci si sofferma più con ansia su ciò che verrà dopo la morte. Come dice eloquentemente lo stesso Spinoza, “l’uomo libero pensa alla morte meno di tutte le cose, e la sua saggezza è una meditazione sulla vita, non sulla morte“.

Per essere liberi, quindi, bisogna essere guidati dalla virtù e dalla ragione, sforzarsi di condurre una vita etica, bisogna concentrarsi sulla vita, sull’espressione della sua potenza, sull’agire che contribuisce alla prosperità umana. Una comunità di uomini che persegue la conoscenza come proprio fine è la migliore garanzia di un perfetto e armonioso vivere comune.

La vera religione per Spinoza

Spinoza propone una religiosità diversa e una convivenza fondata sulla ragione e sulla virtù. Ciò che Spinoza considera “vera religione” e “vera pietà” non richiede alcuna credenza in eventi storici, incidenti soprannaturali o dottrine metafisiche e non prescrive riti devozionali. Non richiede di accettare alcuna particolare teologia della natura di Dio o affermazioni filosofiche sul cosmo e le sue origini.

La legge divina ci dà indicazioni solo su come comportarci con giustizia e carità verso gli altri esseri umani. “[Viviamo] per sostenere la giustizia, aiutare gli indifesi, non uccidere, non desiderare i beni di nessuno, e così via“. Tutti gli altri rituali o cerimonie dei comandamenti della Bibbia sono pratiche vuote che “non contribuiscono alla beatitudine e alla virtù”.

La vera religione non è altro che un comportamento morale. Quello che conta non è quello in cui credi, ma quello che fai. Scrivendo al segretario della Royal Society Henry Oldenburg nel 1675, Spinoza affermò: “La principale distinzione che faccio tra religione e superstizione è che quest’ultima è fondata sull’ignoranza, la prima sulla saggezza“.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...