Liberare le aziende dalla gerarchia. Passare dal “come” al “perché”

Isaac Getz

Isaac Getz, Professore alla ESCP Europe Business School, ha pubblicato insieme a Brian M. Carney, il volume “Freedom Inc. Come liberare il potenziale delle persone e le performance delle imprese“, edito da Guerini Next, 387 p., 34 euro.

Il messaggio del libro è semplice: lasciamo maggiore libertà ai lavoratori e avremo aziende di successo. Aumentare la produttività, i profitti e la crescita è possibile quando le persone che lavorano in azienda agiscono in libertà nell’interesse della propria impresa.

Freedom, Inc. analizza le opportunità che può fornire questo nuovo paradigma di business basato su un ambiente non gerarchico e costruito sulla fiducia verso i propri collaboratori, già realizzato da aziende diverse come The Richardson Group, Sun Hydraulics o Harley-Davidson.

Ascoltando i dipendenti, trattandoli da pari a pari e promuovendo una cultura dell’impegno piuttosto che dell’imposizione, le aziende liberano il potenziale individuale dei propri dipendenti. Ciò promuove la lealtà e, di conseguenza, genera profitti e crescita straordinari.

Getz, che abbiamo intervistato, afferma che l’azienda liberata si ispira innanzitutto al buon senso. Per lo più si tratta di mettere in pratica ciò che la psicologia sociale ci insegna già da diversi decenni sulle forze trainanti della motivazione umana… ma che il management tradizionale continua a ignorare.

Ancor prima che il concetto di azienda liberata si diffondesse, alcune aziende sperimentavano le modalità per concedere ai propri dipendenti libertà e responsabilità maggiori. Ben presto, divennero chiari i vantaggi dell’accordare più fiducia ai collaboratori, puntare sulla loro intelligenza e sulla loro capacità di prendere autonomamente le decisioni migliori.

La liberazione di un’azienda non è una rivoluzione intesa come un nuovo modello che fa tabula rasa del passato, ma piuttosto un’evoluzione organizzativa la cui attuazione è propria di ogni azienda, in base al patrimonio umano e culturale. Motivo per il quale non esiste una ricetta precisa che un consulente possa servire su un piatto d’argento, ma una filosofia che aiuti i datori di lavoro a costruire insieme ai propri dipendenti il modello organizzativo liberato più adatto.

Cambiare il paradigma da “come” a “perché”

Secondo le esperienze degli autori, esistono due tipologie di aziende: le aziende del «come» (comment in francese) e le aziende del «perché» (pourquoi). Nelle prime, si dedica molto tempo a dire ai dipendenti come fare il loro lavoro – dove mettere le macchine, quando venire a lavoro, quando rientrare a casa ecc. Questo metodo ha due conseguenze.

Primo, si finisce per giudicare i dipendenti in funzione di una moltitudine di fattori, saltando tutto ciò che conta davvero, e cioè ciò che garantisce che il lavoro sia fatto e il cliente soddisfatto.

Secondo, diventa difficile, se non impossibile, modificare anche solo una delle innumerevoli regole che indicano come fare le cose. Voi avete voglia di spostare questo carrello in un altro posto della fabbrica? Ci vuole l’autorizzazione del vostro superiore che dovrà lui stesso ottenere quella del suo, e così di seguito, in un’interminabile «catena del come». Il risultato è che diventa impossibile fare il lavoro senza disobbedire a qualcuno nella catena del comando.

Un’azienda del «perché» funziona diversamente: le miriadi di «come» sono rimpiazzati da una sola domanda: perché fate quello che state facendo? La risposta è sempre la stessa: affinché i clienti siano contenti. Finché quello che fate risponde a questo imperativo, non importa il modo in cui lo fate. La libertà consiste nel sostituire la successione dei «come» con un unico «perché».

Una risposta a "Liberare le aziende dalla gerarchia. Passare dal “come” al “perché”"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...