Sei un introverso? Potresti essere un genio

Una delle accuse che spesso si fanno agli introversi è quella di essere sempre troppo assorti nei loro pensieri, con la mente rivolta altrove, un po’ distratti, poco presenti. Vi riconoscente in questa descrizione?

E’ chiaro che l’introverso è una persona che preferisce luoghi tranquilli e meno stimolanti. Molti di loro sono davvero dei pensatori profondi, capaci di riflettere a lungo, di rimuginare pensieri su pensieri incessantemente. Altri amano sognare ad occhi aperti senza mai perdere di vista, però, l’obiettivo della loro ricerca interiore.

Una volta Albert Einstein – che era decisamente introverso – disse: “Non è che io sia così intelligente, è solo che mi piace elaborare i miei pensieri più a lungo”.

Questa caratteristica sembra essere confermata anche da diverse ricerche neuro scientifiche (ci riferiamo a un articolo apparso nel Journal of Neuroscience del 2012). La materia grigia che si trova nella corteccia prefrontale, la zona deputata al processo decisionale e al pensiero astratto, sarebbe più spessa nel caso degli introversi e favorirebbe, appunto, la loro tendenza al pensiero astratto. Al contrario degli estroversi, più inclini a vivere nel presente.

Inoltre, sembra che l’introspezione aumenti in relazione all’intelligenza: oltre il 75% delle persone dotate di un QI superiore a 160 sarebbe introverso. Nella società, gli introversi sarebbero una minoranza (uno su tre, anche se ricerche più recenti direbbero il contrario): il fatto è che gli estroversi sono più espansivi, e quindi decisamente più visibili.

Una risposta a "Sei un introverso? Potresti essere un genio"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...