Attenti al Data Breach. I dati dei clienti e la loro sicurezza

Chi lavora nel marketing, forse più di altri settori, ha risentito dei grandi cambiamenti dovuti alla pandemia. Ne segnaliamo al volo alcuni. L’improvviso e invasivo passaggio ai canali digitali, il cambiamento dei comportamenti dei consumatori e un generalizzato calo dei budget.

Il ritorno alla normalità, ammesso che accada, sarà lento. La pandemia ha accelerato alcune trasformazioni del marketing tanto che aree come la tecnologia immersiva e l’intelligenza artificiale avanzata – che gli esperti probabilmente pensavano di poter gestire con più calma – sono ora necessarie per soddisfare le esigenze dei consumatori che richiedono un’esperienza multicanale sempre più rapida ed efficiente.

Prima di procedere a tali innovazioni, chi opera nel marketing non deve ignorare alcuni aspetti che potrebbero rivelarsi esiziali per la loro attività. Li elenchiamo.

Tutela digitale dei dati dei clienti

Se prestiamo attenzione alle notizie quotidiane che riguardano violazioni dei dati personali (o in termine tecnico data breach) non possiamo che essere preoccupati. Ormai le violazioni che conducono all’accesso illegale di dati coinvolgono milioni di account.

Questo preoccupa non poco i clienti perché si sentono indifesi di fronte a queste subdole aggressioni virtuali che poi possono diventare concrete minacce anche di tipo economico.

McKinsey ha segnalato che l’87% dei consumatori non farebbe affari con un’azienda se avesse dubbi sulle proprie pratiche di sicurezza dei dati.

Mentre ben il 73% dei consumatori ritiene che l’utilizzo dei propri dati sia “fuori controllo” secondo Futurum Research, che è una società di ricerca, analisi e consulenza indipendente focalizzata su innovazione digitale, tecnologie del mercato e tendenze del settore.

I professionisti del marketing perché dovrebbero preoccuparsi di questo andazzo? E’ presto detto: perché il fondamento di ogni relazione è la fiducia. La tutela digitale, o protezione dei dati dei clienti, non è solo una necessità, è un vantaggio competitivo. Come è possibile salvaguardare la fiducia che viene loro accordata dai consumatori?

Bisogna gestire i dati con attenzione mettendo in primo piano governance, conformità, sicurezza e protezione. Ma nel contempo occorre fornire comunicazioni proattive e trasparenti nei confronti dei consumatori su come vengono utilizzati i loro dati e anche tenerli al corrente sulle informazioni che riguardano i loro account: preferenze, segnalazioni fornite, opzioni di disattivazioni, se esistono, e tutti i dati, sensibili e no, che vengono raccolti relativi al proprio profilo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...