Giudicare senza misericordia. La casistica come ipocrisia

Papa Francesco qualche tempo fa ha detto: “Signore che io sia giusto, ma giusto con misericordia!”. Lo ha detto perché l’uomo deve evitare di cadere nell’inganno ipocrita della casistica, della logica del “si può e non si può”. E quelli che ragionano così, Gesù li definisce ipocriti. Perché la casistica è ipocrisia.

Bisogna ammettere che non è facile capire questo concetto. Non sappiamo se ci siamo riusciti. Secondo noi, la casistica è il meccanismo mentale per cui l’uomo valuta un gesto, un caso della vita (negativo o positivo che sia) in confronto a un altro. E da questo paragone (“si può o non si può”) che spesso non ha ragione d’essere, e risulta sempre in qualche modo “forzato”, trae la sua gretta valutazione di giustizia. Non solo, spesso, fa leva su questa valutazione per assolversi o assolvere (o peggio condannare) senza tenere conto di un sentimento importante e fondamentale quale quello della misericordia.

Il Papa ha anche citato il quarto comandamento (Onora il padre e la madre) per esemplificare meglio il concetto. «Con il quarto comandamento: questi negavano di assistere i genitori con la scusa che avevano dato una bella offerta alla Chiesa, ipocriti!».

Questo ragionamento mette anche in dubbio il senso dell’elemosina, che se non nasce da un reale sentimento d’aiuto verso l’altra persona, ma è solo un modo per assolvere le proprie mancanze, non ha alcun senso!

E’ un modo di ragionare malato che io assimilerei al famoso verso di Dante: “Tu non pensavi ch’io loico fossi!”. Una certa coerenza logica sembra soddisfarci, rappresentare un metro di giustizia a cui attenerci per essere nel giusto, ma è un inganno – davvero diabolico – perché insinua una relazione “relativistica” per cui il vero e il falso, il giusto e lo sbagliato sono piatti di una bilancia che esclude qualsiasi principio o valore morale mosso dalla misericordia, cioè dalla forza interiore del perdono.

E questa aridità cos’è se non ipocrisia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...