DI&T: differenza, inclusione e tolleranza in azienda

DI&T: questa sigla negli USA significa diversità, inclusione e tolleranza. Nelle aziende americane esistono programmi che riguardano in particolare le minoranze, per così dire, conclamate, e cioè razza, religione. Di fronte a queste iniziative, qualcuno potrebbe essere portato a credere che il problema non lo riguardi da vicino, non ritenendo di far parte di alcuna minoranza.

Ma è proprio così? La verità è che la diversità riguarda tutti. E, bene o male, ci troviamo tutti ogni tanto in minoranza.

Riflettiamoci un attimo. Ognuno ha le proprie idee. Non sempre queste corrispondono a quelle che ha la maggioranza delle persone in un determinato ambito. A parte le idee politiche, ci sono quelli a favore dei vaccini e i no-vax, quelli favorevoli all’aborto e quelli che non lo sono. Ogni persona ha idee che possono essere collocate nell’ambito di una minoranza e, quindi, i temi che riguardano tolleranza, intelligenza emotiva, risoluzione dei conflitti, compariranno sempre in ogni organizzazione, comprese le aziende.

E la differenza di idee in azienda, con la creazione di posizioni di maggioranza e minoranza, si manifesta frequentemente nelle riunioni, a qualsiasi livello, quando è necessario analizzare problemi contingenti e si discute il modo in cui tali problemi vanno affrontati e risolti. Succede, allora, che alcuni dei partecipanti, spesso riconoscendo di avere dalla loro parte un certo numero di colleghi (la maggioranza), assumano un comportamento di prevaricazione nei confronti di chi non la pensa come loro, tendente a soffocare qualsiasi dissenso, creando in tal modo frustrazione, risentimento e un clima di tensione molto pesante.

La differenza in questi casi – è evidente – non riguarda temi generali come razza, religione o posizioni ideologiche, ma è egualmente presente e disturbante perché non sempre è possibile prendere delle decisioni all’unanimità, e bisogna tenere conto dell’esistenza di pareri contrari. In genere, ogni persona ha un suo background esperienziale e culturale, punti di vista, idee diverse ed è raro che si possa trovare sempre una perfetta corrispondenza di opinioni. Anzi, sotto certi aspetti, sarebbe perfino pericoloso, ove succedesse.

Purtroppo, però, alcune persone non amano confrontarsi con gli altri, e quando pensano di avere dalla loro la maggioranza dei colleghi, o vogliono avvalersi del potere che gli offre il ruolo rivestito, non si comportano da individui maturi: manifestano evidenti segni di intolleranza, perché non riescono a tenere sotto controllo il proprio ego e se hanno a che fare con persone che non la pensano come loro, alzano la voce, manifestano atteggiamenti aggressivi, finché non ottengono ciò che vogliono.

Quindi, quando parliamo di diversità in azienda bisogna pensare piuttosto a quel tipo di diversità che si instaura ogni volta che si crea un conflitto o un disaccordo all’interno della propria organizzazione.

E’ in questi casi che va portata avanti una seria cultura della tolleranza. Avere idee diverse è una cosa molto positiva ma se l’atteggiamento nei confronti di chi non la pensa come noi porta a una intolleranza preconcetta si crea un ambiente di insicurezza e sfiducia per cui si finisce per emarginare chi ha opinioni diverse e inibirne qualsiasi reazione.

La tolleranza, al contrario, parte dall’ascolto dell’altro e può arrivare all’empatia, cioè alla capacità di calarsi nei panni dell’altro per cogliere il vero senso del messaggio che ci vuole inviare. Senza considerarlo, per forza, un avversario o, peggio un nemico da combattere.

Ricordiamoci sempre che il vero pericolo è che dove circolano meno idee, si rischia l’omologazione e, in ambienti del genere, è molto più facile prendere decisioni sbagliate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...