Solidarietà e democrazia 1. Prima l’individuo o prima la società?

Romano Guardini

Romano Guardini nel suo saggio L’opposizione polare. Tentativi per una filosofia del concreto vivente, pp. 178-179 riflette se sia nato prima l’uovo o la gallina (pardon, l’individuo o la società). Il suo pensiero sembra piuttosto interessante. Eccovi uno stralcio significativo:

Secondo il modo di vedere individualista, il rapporto tra individuo e totalità sembra che si costruisca a partire dall’individuo; sembra che la società sia qualcosa di derivato dagli individui. Quella poi non sarebbe altro che l’insieme dei singoli, che sono gli unici da considerare e che sono accomunati da determinati scopi.

Peccato che quest’idea sia sbagliata, dal momento che in essenza la società – sia essa la famiglia o lo Stato – è qualcosa di originario e autonomo. Ma è sbagliata anche l’idea opposta che tende a risolvere i singoli nella comunità come sue risultanti o funzioni o fasi, qualunque sia il modo di esprimersi di questa concezione collettivista. Anche il singolo infatti è qualcosa di originario, a sé stante.

Dal punto di vista della teoria degli opposti dobbiamo piuttosto propendere per il più deciso solidarismo. Il che significa: singolo e gruppo, nella misura in cui stanno in un rapporto di opposizione, non possono derivare uno dall’altro.

Ognuno ha la sua essenza, originaria, a sé stante; ma nessuno dei due può stare senza l’altro; piuttosto è fin dall’inizio compresente nell’altro.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...