Soft skills e sapere umanistico

La grande enfasi che i numerosi corsi destinati a manager di alto livello riservano alle soft skills è ormai un dato di fatto inequivocabile. Si parla, quasi esclusivamente di intelligenza emotiva, di qualità delle relazioni umane, di sviluppo personale, ecc.

Continua a leggere

Le 12 soft skills indispensabili per un leader di oggi

Gary Vaynerchuk

Gary Vaynerchuk è un imprenditore americano di origine bielorussa, che ha avuto successo con la sua azienda vinicola. Qualcuno lo ha definito il “Primo Wine Guru” dell’era YouTube, perché è anche un grande esperto di marketing digitale e autore di best seller. L’ultimo di questi si intitola “Dodici e mezzo: sfruttare gli ingredienti emotivi necessari per il successo aziendale”, uscito a novembre scorso.

Continua a leggere

La recensione di “Leadership contemporanea” su L&M

Quando il mondo cambia, è necessario adattarsi per sopravvivere. Se per chi esercita la leadership ciò è sempre stato vero, lo è più che mai nel contesto attuale: dalle strutture gerarchiche ai cruciali temi relativi a motivazione e benessere delle persone, oggi sembra che ogni modello esistente possa (e debba) essere ridiscusso, aggiornato, rivoluzionato.

Continua a leggere

I cervelli dei nostri politici (anziani e no) sono neuroplastici ?

Nikki Haley e Donald Trump

Secondo voi, è giusto che i leader che stanno al governo e che hanno una certa età vengano sottoposti a test “cognitivi”? Negli Stati Uniti, questo problema è sorto perché dopo l’ex Presidente Donald Trump, 75 anni, è arrivato Joe Biden, 78 anni, e forse a questa età sarebbe bene che si sottoponessero ad alcuni controlli per verificare la loro salute mentale. (In realtà, un controllo sarebbe più che auspicabile ad ogni età…)

Continua a leggere

Riflettiamo sul rischio. Siamo destinati a restare “guardiani della sicurezza” per tutta la vita?

Che fare in questi momenti così difficili e turbolenti? Fai la cosa che non penseresti mai di fare. Rischia! Abbiamo capito che ormai in questi tempi non è più possibile “giocare sul sicuro”. Molte persone che l’hanno fatto, oggi si ritrovano in difficoltà oppure si barcamenano con il timore di finire prima o poi a fondo.

Continua a leggere

Anche la leadership diventa virtuale?

Negli ultimi venti mesi, molti di noi hanno partecipato inconsapevolmente a un esperimento globale sulla comunicazione virtuale. Quindi, abbiamo sperimentato in prima persona che ciò che funziona bene negli ambienti in cui il rapporto tra i collaboratori è faccia a faccia non sempre si trasferisce in quelli virtuali, che si reggono su strumenti multimediali.

Continua a leggere