Come sarà il venditore del futuro? Il parere di 5 americani che “contano”

Con l’avvento della digital disruption sta cambiando il mercato e contemporaneamente cambiano le caratteristiche del venditore di successo. Quali saranno le salesman skills, tanto per usare il linguaggio anglofono più in voga, nei prossimi anni? Cinque personaggi americani, noti per la loro grande esperienza nell’ambito della vendita e non solo, lo spiegano, mettendo in discussione pregiudizi spesso radicati e proponendo delle visioni originali per il futuro di questa professione.

Continua a leggere

Annunci

Liberare le aziende dalla gerarchia. Passare dal “come” al “perché”

Isaac Getz

Isaac Getz, Professore alla ESCP Europe Business School, ha pubblicato insieme a Brian M. Carney, il volume “Freedom Inc. Come liberare il potenziale delle persone e le performance delle imprese“, edito da Guerini Next, 387 p., 34 euro.

Continua a leggere

Uguaglianza e leader, secondo Alain Badiou. Il leader naturale è chi sa convincere grazie a un’idea forte

Alain Badiou

Alain Badiou, filosofo, scrittore, professore all’Ėcole Normale Supérieure di Parigi, è convinto che sia necessaria la soppressione delle gerarchie sul lavoro. In altri termini, va ripensato il lavoro per poter abolire l’ordine dominante che ha distribuito e gerarchizzato le funzioni lavorative.

Continua a leggere

Il lavoro come lo vede Kahlil Gibran ne “Il Profeta”

“Il lavoro è amore rivelato.
E se non riuscite a lavorare con amore, ma solo di malavoglia, è meglio che abbandoniate il lavoro…
Poiché se cuocete il pane senza partecipazione, cuocete un pane amaro che soddisfa solo a metà la fame dell’uomo.
E se pigiate l’uva di mala voglia il vostro essere restio trasformerà il vino in veleno.”

Continua a leggere

La paura come la speranza: passioni negative per Spinoza

Spinoza

La paura nasce quando temiamo qualcosa che potrebbe verificarsi e creare tristezza, dolore, sofferenza. Ma, naturalmente, non siamo certi che ciò si verificherà realmente. Lo stesso sentimento, ma opposto, è quello della speranza. Quando, cioè, l’uomo si augura che accada qualcosa che potrebbe procurargli gioia, felicità, anche se non ha nessuna certezza che ciò si possa avverare. Spinoza considera la speranza una gioia incostante.

Continua a leggere