Liberarci dalla gerarchia. Lasciare ai dipendenti la libertà di prendere decisioni in piena autonomia

Il mercato, secondo le idee di Adam Smith, è un’istituzione necessaria per la democrazia e la libertà e uno strumento per costruire relazioni sociali, anche se non può essere definito un luogo di relazionalità, a meno che tali relazioni non siano strettamente strumentali, cioè finalizzate al solo scopo di far funzionare il mercato.

Continua a leggere

Annunci

Il talento nasce da un expert brain

Chi opera nelle HR deve tenere conto del contributo che possono fornire le neuroscienze nella individuazione delle capacità e dei talenti delle persone che lavorano in ambito digitale.

Continua a leggere

Mettere al centro le persone, per rilanciare le aziende

Negli ultimi anni nell’organizzazione delle imprese la logica gerarchica tradizionale sta subendo duri colpi. Controlli continui, regole, iter burocratici farraginosi sono diventati sempre più inconciliabili con l’idea di riconoscere alle persone che lavorano nelle aziende fiducia e rispetto, con l’intento di favorire in ognuno il proprio senso di responsabilità, autonomia, spirito collaborativo.

Continua a leggere

Come cambia la leadership: il self-management

Stiamo assistendo a un profondo cambiamento del concetto di leadership in relazione all’evoluzione lenta ma graduale delle organizzazioni. Si tratta di un processo che è ancora all’inizio ma che comincia a trovare applicazioni pratiche, al di là delle semplici ipotesi teoriche.

Continua a leggere

La storiella dei ragazzi che giocano a calcio e fanno rumore

Spesso sentiamo parlare di ragionamenti controintuitivi. Si tratta di pensieri che non rispecchiano i procedimenti e i meccanismi logici di un’intuizione ma per raggiungere i propri obiettivi utilizzano sistemi apparentemente contraddittori o paradossali.

Continua a leggere

La storia vera di Christine, la donna delle pulizie

Capire la differenza tra aziende del “come” e aziende del “perché”

Era il 1985, due anni dopo che François Zobrist1 era diventato capo di FAVI2. Alle 20.30, quando tutti erano usciti dall’azienda, Christine, una donna delle pulizie, stava facendo il suo lavoro quando il telefono della fabbrica suonò. Christine non poteva saperlo, ma l’uomo che stava chiamando era un revisore della qualità della FIAT, un nuovo grosso cliente per FAVI. Il suo aereo era appena atterrato a Parigi e aveva capito che qualcuno di FAVI sarebbe andato a prenderlo per condurlo in Piccardia, a un’ora e mezza di strada. Aveva appuntamento da FAVI il giorno successivo di mattina presto per controllare se la produzione rispettava le norme qualità di FIAT.

Continua a leggere

Otto Scharmer: trasformare la società con la Teoria U

Il 19 giugno scorso, si è svolto a Milano un convegno con la partecipazione di Otto Scharmer, professore del MIT di Boston, uno dei più innovativi studiosi internazionali di change management. La finalità di questo incontro era illustrare la sua Teoria U, una metodologia sviluppata in oltre venti anni di studi e già utilizzata con successo da numerosi leader di aziende e dalle organizzazioni di diversi settori economici, in tutto il mondo, per affrontare i grandi cambiamenti del futuro.

Continua a leggere