Daniela Bandera. Alle donne non manca l’autostima, manca il riconoscimento. (Seconda parte)

Nella seconda parte del suo intervento, Daniela Bandera – Sociologa delle organizzazioni e del lavoro, Amministratrice Delegata di Nomesis – Intelligence for solutions e Presidente Nazionale di EWMD Italia – European Women’s Management Development – si pone alcune domande sul ruolo delle donne nel loro percorso di emancipazione.

Continua a leggere

Daniela Bandera sul libro “Good Guys”: stereotipi e buone intenzioni (Prima parte)

Siamo lieti di pubblicare un intervento di Daniela Bandera – Sociologa delle organizzazioni e del lavoro, Amministratrice Delegata di Nomesis – Intelligence for solutions e Presidente Nazionale di EWMD Italia – European Women’s Management Development – che riflette sulle affermazioni degli autori del libro “Good Guys”, non lesinando critiche alla loro posizione.

Continua a leggere

Uguaglianza di genere sul lavoro. Perché non cominciare dagli uomini?

Le donne sono svantaggiate sul posto di lavoro in molti modi. Lo sappiamo, purtroppo. A cominciare dalla differenza nella retribuzione, a parità di compiti e di responsabilità, fino alle molestie sessuali e alla difficoltà di venire promosse quando se lo meritano, in modo equo e tempestivo. Il famigerato “soffitto di cristallo”.

Continua a leggere

Le donne sono sempre “invisibili”

Simone de Beauvoir

C’è un libro interessante ed estremamente documentato, dal titolo “Invisibili”, scritto da Caroline Criado Perez, giornalista, femminista impegnata, che ha raccolto un grande numero di esempi per far capire a tutti come il mondo, nonostante gli sforzi degli ultimi anni, sia rimasto in gran parte ancorato a una visione maschilista della realtà, escludendo in tal modo il 50% della popolazione mondiale. E come questo atteggiamento porti spesso a commettere errori che pagano tutti.

Continua a leggere

8 marzo: le donne meglio degli uomini. Anche nella leadership

Bisogna che i signori uomini accettino l’evidenza. Le donne sono meglio di loro a livello di leadership. Lo conferma uno studio della Harvard Business Review durato una trentina d’anni che ha preso in considerazione 16 competenze tra le più importanti per stabilire l’efficacia della leadership complessiva.

Continua a leggere

Qualche dato su Linkedin 2018

Il 57% degli iscritti sono uomini
Il 43% sono donne
2 nuove persone si registrano su Linkedin ogni secondo
Il 41% degli iscritti è milionario (!)
Il 59% degli iscritti non ha mai lavorato in aziende con più di 200 dipendenti
4 iscritti su 5 hanno posizioni dirigenziali
Il 39% è costituito da dirigenti di alto livello
Il 28% gestisce il budget dell’azienda
Chi viene assunto tramite Linkedin ha il 40% di probabilità in meno di lasciare l’azienda entro i primi sei mesi
(Fonte: Pwc)

Il futuro è donna. Se vince “l’archetipo” femminile

Se vogliamo cambiare il mondo – in meglio – secondo Salim Ismail, dobbiamo modificare la nostra mentalità istituzionale dall’”Archetipo maschile”, competitivo, portato ad assumersi rischi, propenso al controllo, in grado di gestire la scarsità e abile nel ricercare, e nel distruggere all’”Archetipo femminile”, flessibile, aperto e disponibile, partecipativo, educativo, cooperativo, in grado di gestire l’abbondanza non per accumularla e difenderla ma per distribuirla.

Continua a leggere

E’ necessario cambiare gli archetipi: da quello maschile a quello femminile

Salim Ismail

Fondamentalmente, la nostra civiltà sta collassando“, secondo Salim Ismail. Detta così non è una bella notizia. Ma crediamo valga la pena approfondire le idee di questo studioso, fondatore della Singularity University, imprenditore di diverse aziende, tra le quali Exo Works, e autore del libro “Exponential Organizations”, anche perché alla fine lui dice di essere ottimista.

Continua a leggere

Le donne e l’Intelligenza Emotiva

Vari studi hanno dimostrato che le donne hanno un vantaggio rispetto agli uomini per quanto riguarda l’Intelligenza Emotiva. Non solo perché ottengono risultati decisamente più alti nei test generali ma anche perché prevalgono anche in quelli specifici. Insomma, le donne superano gli uomini quando si tratta di capire, esprimere e gestire le emozioni.

Continua a leggere