Cosimo Accoto. L’importanza dell’etica per evitare l’abuso di dati e algoritmi

Cosimo Accoto
Cosimo Accoto

Aspettando l’arrivo del “markething” verso una società “oracolare”. La nanotecnologia in medicina: opportunità e rischi. Esclusiva intervista a Cosimo Accoto, filosofo e research affiliate al MIT di Boston (seconda parte)

Quando si verificherà il passaggio-chiave (singolarità tecnologica) per cui i computer impareranno dai computer? A quel punto c’è il pericolo che analitiche e algoritmi possano superare e sostituire il pensiero dell’uomo?

Continua a leggere

Annunci

Conciliare vita e lavoro: pervasività della tecnologia e welfare aziendale (seconda parte)

Intervista ad Elena Barazzetta, ricercatrice. Nel suo lavoro, si occupa principalmente di welfare aziendale, smart working, misure per la conciliazione vita-lavoro. Sulle stesse tematiche affianca inoltre enti privati e pubblici attraverso attività di consulenza.

Continua a leggere

Denuncia delle irregolarità in azienda (whistleblowing) c’è la legge ma è “zoppa”

Il Parlamento nel novembre scorso ha approvato la nuova legge sui whistleblower (vi rimandiamo al nostro articolo) che modificava una prima regolamentazione che tutelava, anche se in modo parziale, solo il lavoratore pubblico. Ora, la nuova legge (n.1751 del 2013) intende ampliare la protezione da qualsiasi azione ritorsiva anche al lavoratore privato che segnala irregolarità rilevate nella gestione della propria azienda. Però, si ferma qui. Mancano gli incentivi monetari per chi denuncia i fatti.

Continua a leggere

Prendere decisioni giuste con fair play

Nelle organizzazioni tutto ruota attorno alle decisioni che vengono prese dai vertici delle aziende. Si tratta spesso di decisioni rischiose, di solito adottate avendo a disposizione informazioni incomplete, oppure oggi, al contrario, trovandosi di fronte a un sovraccarico eccessivo di informazioni, e troppo spesso disponendo di un tempo molto più ridotto di quanto sarebbe necessario.

Continua a leggere

Fair Play: non solo correttezza

Continuiamo il nostro discorso sul fair play in azienda e soprattutto tra i manager. Come dicevamo, non si tratta solo di un comportamento corretto fine a se stesso. Deve rappresentare l’anima di un’azienda, costituire una sorta di armonia che pervade ogni fase del lavoro e ogni componente dell’azienda, avendo sempre come riferimento principale il leader.

Continua a leggere