Come colleghiamo i ricordi. Il Paradosso Baker-baker

Il professore di fisica di Harvard John Edward Huth sostiene che l’uso ormai pervasivo di Internet può avere un effetto non solo sulla nostra memoria ma anche sul significato di quello che pensiamo. Ha spiegato che fare eccessivo affidamento sulla tecnologia ha la tendenza a incoraggiarci a isolare le informazioni senza inserirle in uno schema cognitivo più ampio.

Continua a leggere

Dalla pandemia alla infodemia: la sindrome della capanna e l’ansia da limbo

La pandemia crea disagio psicologico. E’ una verità ormai assodata. Sia per chi ci è passato – cioè ha avuto il Covid e ne è uscito indenne – sia per chi teme di caderne vittima. Si manifesta con problemi di ansia, in modo diretto per il fatto che il nemico – il virus – è sconosciuto e subdolo, o perché ne abbiamo sperimentato su di noi o su congiunti e amici la sua virulenza; in modo indiretto, a causa dei media e dei social che ci espongono a un continuo flusso di notizie per nulla tranquillizzanti e, soprattutto, molto contraddittorie. Questo secondo tipo di pandemia è stata definita infodemia.

Continua a leggere

Lo stress sul lavoro. Oltre la pandemia

Si parla sempre più spesso di fattori di stress in ambito lavorativo legandoli a problemi riguardanti la pandemia. Alcuni fatti sono collegabili direttamente a questo evento che destabilizza un po’ tutti, quali: l’aumento del carico del lavoro, le condizioni operative più difficili dovute anche all’applicazione delle norme precauzionali e di tutela previste dal Covid, l’incertezza per la carenza o la mancanza di informazioni e, più in generale, il clima di tensione e paura che avvolge il futuro della propria attività.

Continua a leggere

Sicurezza psicologica sul lavoro

Cosa significa sicurezza psicologica in azienda? Significa poter lavorare assumendosi le proprie responsabilità, essere liberi di esprimere quando necessario il proprio parere, facendo domande, avanzando idee e proposte o sollevando problemi e criticità, senza il timore che vengano fraintesi, censurati (accusa di disfattismo) o, peggio ancora, restino inascoltati. La sicurezza psicologica in un’azienda esiste quando i colleghi si fidano e si rispettano l’un l’altro. E lo stesso avviene nei confronti dei manager che li guidano.

Continua a leggere

Quel “non so che” ora sappiamo cos’è: essere divertenti, autentici e realisti!

Riportiamo una sintesi dell’articolo apparso qualche giorno fa (30 luglio 2020) su “Psycology Today”, scritto dal giornalista scientifico Christopher Bergland. Si tratta di consigli spiccioli sul modo di affrontare la vita di ogni giorno, scaturiti da una serie di ricerche svolte in ambito psicologico.

Continua a leggere

Aziende in crisi per il Covid-19. Qualche consiglio

Una crisi globale delle proporzioni del Coronavirus ha in dubbiamente effetti pesanti sulle imprese e, di conseguenza, su chi le deve gestire e sugli stessi collaboratori. C’è qualche suggerimento utile per far fronte a questa delicata situazione ed evitare di perdere il controllo delle proprie azioni e decisioni?

Continua a leggere

I geni che sono in noi

Robert Plomin

Robert Plomin è uno psicologo che ha svolto numerosi studi, soprattutto sui gemelli e sulle grandi scoperte della genetica comportamentale. Un suo recente libro “L’impronta genetica. Come il DNA ci rende quello che siamo”, Raffaello Cortina, Milano, euro 18,70, ha creato non poche reazioni negative.

Continua a leggere