Io o noi? Qui, si vede il vero leader

Margaret Thatcher

Nel precedente articolo, abbiamo segnalato l’importanza di usare il pronome “noi” anziché “io”. Qualche nostro lettore ha suggerito che il “pluralis maiestatis” può anche essere interpretato come una forma di arroganza o presunta (o reale) superiorità, in quanto nella tradizione storica si riferisce ad un lessico utilizzato soprattutto da sovrani, papi (abbandonato di recente) e statisti.

Continua a leggere

Sono introverso. Diventerò mai un leader? Qualche consiglio.

TimidezzaSe si consultano i numerosi manuali che analizzano i caratteri distintivi di una leadership di successo (fascino, grande capacità comunicativa, ecc.), la risposta alla domanda del titolo sembrerebbe addirittura ovvia. Per gli introversi c’è poco da fare. Difficilmente diventeranno grandi leader. Ma, attenzione, come vedremo nell’articolo, questa affermazione non è per nulla scontata. Gli introversi hanno doti che se valorizzate possono rivelarsi fondamentali per trasformarli in grandi leader.

Continua a leggere