Contro il consumismo la politica non fa nulla

Aldo Berlinguer

Sul tema del consumismo, abbiamo rivolto alcune domande ad Aldo Berlinguer, professore presso la facoltà di Scienze economiche e giuridiche dell’Università di Cagliari e collaboratore de “Il Sole 24 Ore”.

Il ruolo dei cittadini (attivo e consapevole) sembra sempre di più tendere a ridimensionarsi a favore del ruolo di consumatori (passivo e, talora, inconsapevole). Cosa è possibile fare per opporvisi?

Gli individui,  da soli, sono troppo vulnerabili, non possono farcela. La politica, invece che di clientelismo, dovrebbe occuparsi della protezione degli utenti sul web, negoziando con gli Stati Uniti (ove gli incumbents* hanno sede) l’eliminazione della loro sostanziale immunità. Dovremmo occuparci molto più di big data e privacy,  combattere il bombardamento massmediatico e la pubblicità ingannevole, contrastare il consumo monouso con tutti i mezzi, educare alla riparazione piuttosto che alla sostituzione. Invece siamo avviluppati in continue, vessatorie campagne elettorali, ormai divenute permanenti. La politica nazionale è davvero ai minimi termini,  speriamo nella UE.

La scuola sta facendo qualcosa per educare le giovani generazioni a un consumo “consapevole”?

Si sta facendo poco o nulla. Stiamo crescendo tanti piccoli Bignami di nozionistica, invece che giovani creativi e consapevoli. Non siamo ancora riusciti a dedicare al Novecento il tempo che merita, per rimanere “politicamente corretti”, figuriamoci l’educazione al consumo consapevole.

Sarebbe improponibile l’idea di inserire l’educazione al consumo nel curriculum scolastico?

La scuola potrebbe fare moltissimo, magari partendo subito da sperimentazioni locali anzitutto sui prodotti alimentari e, a seguire, sugli altri. Accendere la fiamma del pensiero critico, nelle nuove generazioni, è fondamentale.

*(NdR) Per incumbents solitamente si intendono aziende di grandi dimensioni, monopoliste in uno specifico mercato, (o un gruppo di aziende oligopoliste) che operano per bloccare l’ingresso di nuovi competitori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...